Come Disintermediare – Passo 2: Visibilità su Google

Il desiderio di ogni titolare di struttura ricettiva, dopo aver sviluppato un sito con le caratteristiche più consone, è di comparire tra le prime posizioni su Google. Sarebbe un grosso aiuto verso la disintermediazione dalle OTA per ricevere più prenotazioni dirette.

Questa attività di posizionamento è nota ai più come SEO, acronimo di Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca, che si ottiene migliorando la visibilità di un sito attraverso alcune tecniche specifiche.

È un obiettivo che purtroppo non è semplice da raggiungere, ma puoi applicare alcune attività per favorire il posizionamento sul google del tuo sito attraverso i contenuti.

Devi diventare il re della tua destinazione!

Come ben sai uno dei fattori di posizionamento è dato dall’uso di alcune parole chiave che l’utente digita nei motori di ricerca, tipo “bed and breakfast [nome città]”, che sono tra le più inflazionate e con maggiore concorrenza.

Devi pensare a dare visibilità al tuo sito utilizzando frasi chiave più specifiche. Hai mai pensato a creare una pagina o un articolo  realizzando ad esempio una guida su “Cosa vedere a Matera in tre giorni” o “Visitare Parma in bicicletta”?

Devi pensare in maniera diversa, aggirare l’ostacolo della concorrenza delle parole chiave. Essere il re della tua destinazione significa conoscere tutto sulla tua zona, essere una guida turistica specializzata offrendo davvero contenuti e informazioni di valore utili al turista, tuo potenziale cliente, che le agenzie di intermediazione non potranno mai offrire perché non conoscono il tuo territorio.

Ecco 9 esempi e strumenti che puoi subito utilizzare per aiutarti in questo compito.

1. Crea mappe e percorsi interattivi

Crea percorsi interattivi della tua città o della zona d’interesse a te vicina che il cliente può seguire utilizzando semplicemente il suo dispositivo mobile. Utilizza strumenti quali Google Maps, Mapbox o Tripline

2. Le cose più belle da vedere

Crea una gallery, una serie di pagine o articoli sui luoghi d’interesse che ti circondano. Google Maps, Zeef, Pinterest o Google Plus ti daranno una grande aiuto.

3. Una guida turistica dettagliata

Un esempio giunge dal B&B Agrimaccari che ha realizzato una guida turistica dettagliata della zona che lo circonda per poter offrire un’esperienza unica di visita ai suoi clienti.

4. I migliori ristoranti del posto

Spesso il cliente chiede informazioni su dove cenare per assaporare la cucina tipica del territorio. Allora perché non stringere rapporti di collaborazione con i migliori ristoranti della zona e realizzare una pagina a loro dedicata? Google Local Guides, Zeef, Pinterest o Google Plus ti saranno d’aiuto per la realizzazione.

5. Eventi, fiere, sagre

Il turista spesso si muove perché incuriosito o attratto da eventi o fiere che sono un ottimo aiuto da parte del territorio per incentivare la gente a viaggiare. Dedicare una sezione del sito a cosa avviene nel circondario ti darà sicuramente una mano. Aiutati con Eventbrite, Google Calendar o Scoop.it

6. La storia del posto

L’Italia è un Paese storico per antonomasia, ogni città, paese o borgo hanno qualcosa di avvincente da raccontare che può darti uno spunto interessante per creare una guida con Timeline, Visual Composer Timeline o Tiki-Toki

7. Le guide o i libri più interessanti

Anche chi ha già realizzato una guida o scritto un libro sul territorio può aiutarti a mettere in risalto il tuo sito su internet, crea un elenco e scrivi una recensione

8. Fotografie e Video

Crea una gallery fotografica e una playlist di video esplicativi, le immagini si sa colpiscono di più e hanno un impatto emozionale maggiore. Puoi trovare tanto materiale su Flickr, 500px, Youtube e Vimeo

9. Question and Answer

Una sezione del sito dedicata alle risposte che fornisci alle domande utenti è un ottimo modo per creare flusso sul sito e darti idee sulle possibili guide da realizzare e quali peculiarità del tuo territorio o struttura mettere in rilievo.

Inizia a seguire questi piccoli consigli per ampliare il tuo sito web iniziando un processo di disintermediazione puntando ad avere maggiori prenotazioni dirette. Concentrati su frasi chiave specifiche e contenuti unici e di valore che solo tu puoi offrire ai clienti della tua struttura.

FonteDecalogo ragionato sull’extra alberghiero di Marcello Cosa

Lettura consigliata: 10/10

Un commento su “Come Disintermediare – Passo 2: Visibilità su Google”

Lascia un commento