Il Sito È Mobile, Qual Piuma Al Vento…

Vabbe’ dai… Giuseppe Verdi e Andrea Bocelli mi perdoneranno perché ho indegnamente usato il primo verso del  Rigoletto. Però in effetti, quello che ti voglio comunicare è questo: il sito web del tuo Bed and Breakfast deve necessariamente essere “responsive”.

Che significa “responsive”?

Beh, che deve adattare automaticamente le sue dimensioni e la sua grafica in base al dispositivo usato dall’utente. Cioè: se lo guardo da PC, vedrò la sua versione normale, mentre se lo navigo da smartphone o tablet, dovrà adattarsi alle dimensioni del display di questi dispositivi.

Tutto chiaro? Mmhh… ok, ecco qualche link utile in cui trovi degli approfondimenti in merito:

1) Design Responsivo – Wikipedia

2) Nozioni di base sul Responsive Web Design – Pete LePage

3) Cosa rende un sito più Responsive e perché è cosi importante? – VanillaMagazine (non più disponibile)

Ok, vuoi un esempio di un sito NON responsive? Beh, ce l’hai proprio davanti… sì perché se stai leggendo questa notizia dal tuo smartphone o tablet starai sicuramente impazzendo per leggere meglio, strizzando continuamente gli occhi (grazie per la pazienza!).

In effetti il sito di SiamoAlCompleto.it (quello vecchio) non è responsive ed ha bisogno di un vero e proprio restyling, proprio per venire incontro alle persone che navigano con i loro dispositivi mobili.

Vuoi vedere un esempio di sito responsive? Ecco il sito recentemente creato da SiamoAlCompleto per il B&B La Corte => https://www.beblacorte.com/

Guardalo da smartphone e tablet e capirai all’istante cosa significa avere un sito responsive.

Il 21 aprile 2015, il signor Google ha di nuovo cambiato “le regole”, avvantaggiando nei risultati di ricerca chi ha un sito responsive. Proprio su questo argomento, ho trovato un articolo che spiega bene questo cambiamento. L’articolo è in spagnolo, ma ti riporto qui sotto una mia libera traduzione dei passaggi più importanti:

Google, il gigante di internet, ha lanciato un nuovo algoritmo che riguarderà oltre il 15% delle ricerche online. Ciò potrebbe quindi coinvolgere anche il sito web della tua struttura.

Conosciuto come Mobilegeddon, questo cambiamento del motore di ricerca favorisce i siti web ottimizzati per il mobile. Questo significa che tutte le persone che fanno una ricerca attraverso il proprio smartphone, visualizzeranno determinati risultati, in base al fatto che un sito web sia o meno “mobile-friendly”. In parole povere, un sito web potrà salire o scendere nella classifica di Google a seconda di come funziona e di come si vede in un dispositivo mobile.

Gli errori dei siti web non ottimizzati sono sempre gli stessi: testi troppo piccoli, contenuti che non si possono vedere su mobile (come flash, tra gli altri), pubblicità posizionata male e altre mancanze tecniche.

Se non sei sicuro che il tuo sito web possa superare la prova di fuoco di Google, puoi verificare che sia compatibile con il mobile al seguente indirizzo web: https://www.google.com/webmasters/tools/mobile-friendly/

 

Io ti segnalo anche questa guida introduttiva, realizzata proprio da Mister Google, sui siti web ottimizzati per i dispositivi mobili: https://developers.google.com/webmasters/mobile-sites/get-started/?hl=it-IT

 

Fonte: Comenzó el Mobilegeddon: ¿sabe si el sitio web de su hotel está preparado? (pagina non più disponibile)

Lettura consigliata: 10/10

2 commenti su “Il Sito È Mobile, Qual Piuma Al Vento…”

  1. Pingback: Il Sito È Mobile, Qual Piuma Al Vento......

I commenti sono chiusi.