Statistiche Turismo Italia – Estate 2017

Statistiche Turismo Italia - Estate 2017

Lo dico sempre ai miei studenti: “Le statistiche sono importantissime nel nostro mestiere (e non solo), ma attenzione… non prendetele come ‘oro colato’, le statistiche vanno sempre prese ‘con le pinze’… usiamo la nostra bella testolina :-)”

Ribadisco, le statistiche sul turismo in Italia sono fondamentali, sono un’inesauribile e preziosa fonte di ispirazione per le successive campagne marketing, per inventarsi nuovi pacchetti e servizi, per rivolgersi a precisi segmenti di mercato per la promozione della tua struttura ricettiva.

Ma analizziamole con maggiore consapevolezza e, magari, mettiamole a confronto con la nostra esperienza diretta sul campo.

Ok, detto questo, voglio riportarti qualche dato interessante disponibile dall’ultima indagine di mercato realizzato dall’istituto Doxa. Anzi, mi farebbe proprio piacere se tu mi fai un cenno (nei commenti qui sotto se preferisci) e mi confermi oppure mi smentisci queste tendenze che sarebbero in atto per il turismo italiano nella stagione estiva 2017.

Ecco i dati più importanti della ricerca Doxa:

1) (…) solo il 47% degli italiani prevede di fare almeno un pernottamento fuori dal proprio comune di residenza. Con un calo del 7% rispetto al 2015

2) Quest’estate saranno i giovani a viaggiare di più. Per l’esattezza: il 63% tra i 15-34enni, ossia i famigerati millennial, farà le valigie

3) Sopra la media nazionale anche le famiglie con figli in età 0-14 anni: saranno il 56% del totale a mettersi in viaggio.

4) Per quel che concerne la durata media delle vacanze poi va detto che sarà pari a 10,2 giorni. In calo di oltre 2 giorni sul 2015 quando si attestò a quota 12,5 giorni.

5) (…) è proprio il mare a farla da padrona con il 71,6% delle preferenze dei viaggiatori. Seguono, seppure a distanza assiderale, la montagna (15,5%), le città d’arte (7,1%), la campagna (1,8%) e il lago (1,5%).

6) (…) è proprio il mare a farla da padrona con il 71,6% delle preferenze dei viaggiatori. Seguono, seppure a distanza assiderale, la montagna (15,5%), le città d’arte (7,1%), la campagna (1,8%) e il lago (1,5%).

7) (…) in testa Sicilia, vera regina dell’estate 2017, scelta dal 12,7% dei viaggiatori. Nella top 7 seguono Puglia (11,4%), Veneto (9,2%), Sardegna (8,2%), Trentino Alto Adige (8,1%), Emilia Romagna (7,8%) e Toscana (7,3).

8) Gli alberghi restano al vertice delle preferenze degli italiani che optano per hotel o pensioni nel 36% dei casi.

9) Seguono le case di famiglia (29,3%), gli appartamenti vacanza (18,5%), i campeggi (6,6%), i bed & breakfast (4,6%), i villaggi turistici (4,5%) e gli agriturismi (3,2%).

Quindi, dopo tutti questi dati che mi dici? 🙂 Queste statistiche sul turismo in Italia ti corrispondono? Fammi sapere commentando sotto a questo articolo.

 

Vuoi imparare davvero a promuovere la tua struttura su internet? Guarda questo video e ascolta la mia idea 🙂 => http://www.siamoalcompleto.it/academy

 

Fonte: Vacanze italiane… al palo! – a cura di Doxa.it

Lettura consigliata: 7/10

Photo credit: Pixabay

3 Comments

  1. Tutte notizie interessanti che possono migliorare il nostro intuito ed aiutarci a crescere.
    Non ho molta esperienza per commentare differenze percepite rispetto alle indagini.

    • Ciao Mario, grazie per il tuo commento. Come dicevo anche nell’email che hai ricevuto, va bene usare le statistiche per migliorare il proprio marketing, ma è sempre meglio non affidarsi completamente ai dati 🙂

  2. Trovo che le statistiche abbiano rispecchiato in parte quello che è stato lo scenario estivo; con 4, 5 sono particolarmente d’accordo. Grazie del post =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *