Statistiche Turismo: Quando e Dove Andranno In Vacanza Gli Italiani

Statistiche Turismo: Quando e Dove Andranno In Vacanza Gli Italiani

Leggere e conoscere le statistiche del turismo è un altro aspetto importante da tenere in seria considerazione, sia quando si vuole aprire un’attività extralberghiera, sia durante la sua gestione e promozione sul web.

Infatti sapere i flussi turistici della propria destinazione (dove è presente la tua struttura), ti permette di stare un passo avanti rispetto alla tua concorrenza. Le statistiche sul turismo ti possono tornare utili, ad esempio per:

  • Stimare le entrate della tua attività in base agli arrivi previsti
  • Costruire dei pacchetti ad hoc in base ai gusti specifici dei turisti
  • Promuovere delle offerte precise per particolari gruppi di turisti

Ho trovato una statistica interessante che riguarda le vacanze degli italiani e ti riporto qui sotto i dati che ho giudicato più interessanti per la tua attività extralberghiera:

Saranno quasi 36 milioni i vacanzieri che nei prossimi mesi si metteranno in viaggio, in Italia e all’estero, confermando ed anzi rilanciando il trend degli ultimi anni che ha visto tornare la voglia di vacanza. E spenderanno oltre 33 miliardi di euro, tre miliardi in più rispetto allo scorso anno.

Quanto alle mete, le destinazioni entro i confini nazionali continuano ad essere le preferite (76%), mentre il 27% si recherà in altri Paesi europei. (…) Tra le destinazioni nazionali, in testa alla classifica delle regioni più gettonate ci sono Puglia (16%), Sicilia (11%) e Sardegna (10%), confermando la predilezione per le località di mare nei mesi estivi (60%), seguite dalle città d’arte (10%) e dalla montagna (10%).

E per quanto riguarda i periodi che saranno destinati alle vacanze estive, più della metà degli italiani che partirà (53%), lo farà ancora in agosto, ma in percentuale minore rispetto agli ultimi anni, mentre aumenta il numero di coloro che si muoveranno tra luglio (38%), settembre (18%) e giugno (14%).

Non si discostano di molto rispetto allo scorso anno le previsioni in fatto di giorni da destinare alla villeggiatura: il 19% starà fuori dai 7 ai 13 giorni, il 18% non più di una settimana, mentre il 16% si concederà ben due settimane di riposo. Il 12% degli italiani non potrà concedersi più di 4-6 giorni di vacanza, mentre il 10% starà fuori da 15 a 20 giorni.

Il fattore economico si rifletterà anche sugli strumenti utilizzati per prenotare o organizzare le vacanze: il 50% ha utilizzato o utilizzerà internet, il 19% andrà “alla ventura”, rinunciando a prenotazioni e pianificazioni di qualsiasi tipo, mentre il 14% si affiderà a tour organizzati soprattutto attraverso tour operator e agenzie di viaggi. Il 7% dei vacanzieri cercherà l’affare con le offerte last minute.

La famiglia (45%) e la coppia (33%) sono ancora le “formazioni” più frequenti per le vacanze estive, seguite dagli amici (17%), mentre soltanto il 4% trascorrerà la villeggiatura da solo. Quanto alla scelta delle strutture in cui pernottare durante la vacanza, più della metà continuano a preferire alberghi, pensioni (36%) e case in affitto (25%), seguiti da un 16% che sceglierà bed&breakfast ed un altro 13% utilizzerà case di proprietà o si farà ospitare in casa di amici o parenti.

Un piccolo consiglio: pensa fuori dagli schemi!

Ad esempio, chi si occuperà di quel 4% che vuole andare in vacanza da solo? Beh, potresti essere tu. Hai pensato magari ad un’offerta specifica per i single? Pensaci! 🙂

Per un’analisi più approfondita, ti suggerisco di integrare questi dati con quelli disponibili:

1) Sulla sezione Turismo dell’ISTAT => http://www.istat.it/it/archivio/turismo

2) Sullo studio condotto dall’Istituto Piepoli => L’indice di fiducia del viaggiatore italiano (PDF)

Come ti dicevo all’inizio di questa notizia, se stai aprendo una struttura extralberghiera, ti consiglio vivamente di redigere un piccolo Business Plan, cioè un documento che riepiloga i punti principali della tua idea di impresa, come intendi differenziarti dai concorrenti e che stima le probabili spese ed entrate di un anno di attività, in modo da organizzare un piano di fattibilità pressoché esatto.

Nonostante ti possa sembrare un lavoro superfluo, ti assicuro che non è così. I B&B e strutture extralberghiere varie sono ormai tantissime e non basta “voler aprire“. Ti devi distinguere e conoscere in anticipo i costi ed i ricavi della tua futura attività.

Solo per gli abbonati “Platinum” di SiamoAlCompleto è disponibile il Kit Business Plan che comprende:

  • Il manuale che accompagna l’elaborato Business Plan
  • Il software che ti permette di fare diverse simulazioni della tua attività
  • Un Professionista (“tutor”) che ti aiuterà a comprendere l’utilizzo del Business Plan in maniera corretta

Tutto questo è disponibile solo per gli abbonati “Platinum” con un pagamento aggiuntivo di 99 euro.

Scopri tutti i vantaggi degli abbonamenti a SiamoAlCompleto => http://www.siamoalcompleto.it/agenzia-bed-and-breakfast-abbonati/

 

Fonte: Confesercenti sulle vacanze degli italiani. ” La stagione del rilancio”

Lettura consigliata: 9/10

Photo credit: Pixabay

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *